La pratica spirituale. Approfondimento del Centro di Pranic healing La Fenice di Roma

Il Pranic Healing che si pratica a Roma presso il Centro “La Fenice”, come del resto in tutti gli altri centri sparsi nel nostro Paese e nel resto del Mondo, ha come fine la crescita spirituale e umana dell’individuo.
Di seguito riportiamo alcuni pensieri di Master Choa Kok Sui aventi come argomento “La pratica spirituale”.
Vi invitiamo a leggere l’articolo con attenzione perché potrebbe contenere diverse risposte ai problemi che coloro che iniziano questo cammino potrebbero incontrare.

LA PRATICA SPIRITUALE

La spiritualità è uno stile di vita. Non è semplicemente fare le meditazioni. Le persone nel cammino spirituale non sono anemiche. Devono essere acute, forti e coraggiose. Essere spirituali significa essere Potenti, Dinamici e Intelligenti. I praticanti o discepoli spirituali dovrebbero tendere le loro mani verso il cielo, a mantenere i piedi fermamente ancorati a terra!
A dispetto della loro spiritualità, devono mantenere il loro senso pratico.
Devono essere in grado di produrre risultati tangibili.
Lo standard di una persona sul cammino spirituale è molto elevato. Ciò che non può essere fatto dalle persone normali, può essere fatto da voi.
A volte il cammino spirituale e solitario. Il vostro progresso spirituale dipende dalla vostra chiarezza di pensiero e acutezza mentale.
Non bloccatevi. Non congelatevi. Andate avanti!
Gli insegnamenti che vi vengono dati sono permanenti.
Quando il vostro corpo fisico muore, che portate con voi è il vostro sviluppo spirituale.
Non è giunta l’ora di cambiare? Lo stesso vecchio schema ricorre per settimane, mesi ed anni. Se il vostro sviluppo è sbilanciato, non progredirete.
Se volete salire verso l’alto, dovete essere ben proporzionati. Dovete praticare gli insegnamenti spirituali ed avere la volontà per seguirli.
La spiritualità è connessa alla praticità. La religione può essere trasformata in spiritualità.
Le persone sul cammino spirituale sono spesso un po’ naif.
Non tutti praticano le virtù o la costruzione del carattere. Non aspettatevi che gli altri vivano secondo i vostri standard.
Ricordate, non tutti sono come voi!
Mentre vi sviluppate, anche le persone intorno a voi lo fanno. Mentre progredite, gli altri lo fanno insieme a voi, fino ad un certo livello.
Lo studente chiede: “Come faccio a lavorare se sono costantemente in uno stato di beatitudine”?

Ancoratevi durante il giorno. Di notte siete liberi di volare.
Essere interessati unicamente a voi stessi e egoismo spirituale.

Luce, amore, potere e chiarezza derivano da una forte connessione spirituale.

Incontrate il Maestro almeno una volta all’anno!

Il ruolo del Maestro è quello di nutrire gli studenti… Di fornire loro energia… Questo è il “carburante spirituale” necessario lo sviluppo. Cos’è che dura di più? Una vacanza agli insegnamenti e l’energia spirituale? Senza memorizzazione, non potete praticare.
Lo sviluppo spirituale e basato su: Ricordare, Praticare, Padroneggiare.

Quando siete stanchi, dovete attivare la vostra forza di volontà! Toccate il vostro Ajna chakra e dite: “Potere, Potere, Potere!”

Tratto dal “Sutra del Loto D’oro” di Master Choa Kok Sui

About the author: kiko